Home / Tutte / News/trends / La nuova tendenza dei Millennials: camere piccole e di design

La nuova tendenza dei Millennials: camere piccole e di design

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

I Millennials continuano a dettare legge. Essendo una  delle forze più trainanti del mercato turistico, è più che ovvio che non bisogna perderli mai di vista. Gli Stati Uniti parlano chiaro: questo popolo, dai 20 ai 35 anni, già oggi comprende circa 75 milioni di persone. E questo numero è destinato a crescere. Questa volta i Millennials fanno marcia indietro e invece di open space, ritornano alla cara vecchia “small room”. Perché? Più funzionale, raccolta e solitamente nel cuore dei grandi centri urbani.

In funzione di questo nuovo trend molti alberghi non si sono fatti guardare le spalle e si sono messi in moto per offrire quanto richiesto. In fondo, un vantaggio per gli stessi albergatori: le small rooms possono ospitare più viaggiatori e lasciare più spazio per aree comuni come ristoranti, bar e quant’altro.

Le grandi compagnie alberghiere (quelle che davvero possono permetterselo) stanno creando nuovi marchi che integrano le mini-camere nei loro disegn, tra cui il Moxy by Marriott e il Tru by Hilton. Una sorta di micro boutique divertente e accessibile, dove il cliente può riposare sia in camera che nelle tante aree comuni. Ovviamente senza sacrificare lo stile e il comfort.

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

Una progettazione alternativa
Il passaggio alle camere più piccole richiede opzioni di progettazione più efficienti. Oggi architetti e progettisti devono reinventare la camera d’hotel tradizionale a favore di arredi multifunzionali e pieghevoli, di un’illuminazione incorporata, di colori e accessori intelligenti che rendono lo spazio più veloce e più visibile.

Quali sono gli elementi-chiave di una small room?

Bye bye comodino.Non si può prescindere dalla multifunzionalità. Dunque addio al vecchio comodino, rimpiazzato da una sorta di centralina completa con più tipi di resa e un abbondante spazio per la tecnologia. Chi abbandonerebbe mai il suo smarthphone?

Testata del letto multitasking. Le testate di letto diventano stazioni di ricarica elettroniche con prese di corrente e illuminazione incorporata per consentire un facile accesso ai dispositivi elettronici e quelli di lettura.

Bagni a vista. Vasca da bagno? Per carità. Al loro posto si prediligono le docce in vetro. Armadietti a scomparsa incorporati nelle pareti per massimizzare lo spazio. Il tutto in un piccolo grande open space.

Aree comuni connesse. Nelle zone relax comuni è inevitabile arredare con mobili ad hoc che abbiano porte usb in modo che i viaggiatori possano ricaricare i loro dispositivi.

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante-boston-hotel-moxie

Un’esempio? Il Marriott Moxy Hotel nel quartiere dei teatri di Boston. Si tratta di un nuovo hotel progettato in tutto e per tutto dal gruppo One Partners. Un solo obiettivo: far alloggiare quanti più Millennials possibile. 

Ancora in fase di realizzazione, il progetto prevede 340 camere, di media grandezza con un gran numero di  chicche tecnologiche, con spazi comuni di lavoro e relax e un bar sul tetto.

Il design prima di tutto. Il perno della camera è la parete che, non è solo una semplice parete, ma un armadio tradizionale per consentire agli ospiti di appendere i propri abiti. Mobili pieghevoli, tra cui sedie e tavolini, sostituiscono mobili abituali. Le scrivanie tradizionali dell’albergo vengono scambiate per i tavoli laterali pieghevoli.

Per contribuire a creare un ambiente aperto e invitante, saranno incorporate luci, da parete a parete, per liberare spazio e definire un design più snello. I letti, come sospesi nel vuoto, alleggeriranno la vista.

L’illuminazione condivisa e naturale viene ingrandita in tutta la stanza con luce filtrata attraverso il corridoio e il bagno nella stanza, rendendola più grande. Il pavimento è lo stesso in tutte le stanze al fine di dare continuità. I colori selezionati sono leggeri e delicati per creare una sensazione di apertura. Il risultato? Uno stile confortevole, intelligente e giocoso, un’oasi urbana veramente inaspettata. 

Anche tu vuoi migliorare il design del tuo hotel o ripensarlo da zero? Contattaci per saperne di più direttamente sul nostro sito www.teamwork-rimini.com

Su Marzia Caserio

Guarda anche qui

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante-spa-centro-benessere-stoccolma

Promuovere in maniera dinamica il proprio Spa Hotel senza essere banali

E’ comune confrontarsi con albergatori che lottano ogni giorno per aumentare le vendite del loro …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *