Home / Tutte / News/trends / Evoluzione e ispirazione nel settore bedding: intervista ad Andrea Campaner

Evoluzione e ispirazione nel settore bedding: intervista ad Andrea Campaner

Design. Una parola che racchiude in sé tante connotazioni. Oggi viene associata di più ai termini “moderno” e “tecnologico”, ma non dobbiamo dimenticarci che dietro un prodotto bello esteticamente e funzionale, c’è molto di più: la progettazione. In vista delle prime date dell’evento Hotel Design Lab, abbiamo voluto intervistare le aziende partner per conoscere il loro parere rispetto allo scenario del design alberghiero in Italia.

“Seguo spesso progetti di rilancio e di riposizionamento di strutture ricettive e posso affermare che sono pochi gli albergatori che si approcciano a una riqualificazione partendo dal cliente e da un’analisi corretta di mercato”, afferma Nicola Delvecchio, consulente di marketing in Teamwork.

A questo proposito, oggi intervistiamo Andrea Campaner, da 9 anni Direttore Commerciale della divisione Collettività per Simmons, primo marchio al mondo nel segmento bedding. Nel 1870, infatti, con l’invenzione e la realizzazione del primo materasso a molle, Mr. Z. Simmons ha dato il via a una lunga storia di innovazione.

Ciao Andrea, da sempre siete attenti alla trasformazione e l’evoluzione del mercato: quali sono a tuo avviso gli errori che più spesso vengono commessi nel design alberghiero in Italia?
Oggi purtroppo l’albergatore preferisce privilegiare il proprio egocentrismo, il proprio gusto personale e la ricerca di un risparmio ossessivo penalizzando così le esigenze e la soddisfazione dell’ospite.

Secondo te quali trend dovranno seguire gli hotel per essere al passo con i tempi e non restare indietro?
Quelli espressi dalle catene alberghiere internazionali. Le catene quando decidono di fare qualcosa, lo fanno sempre a ragion veduta. Non scommettono mai per decine o centinaia di migliaia delle loro camere in tutto il mondo. Prendere ispirazione da quello che fanno i grandi operatori internazionali e dagli opinion leader, è, per un hotel indipendente, sempre sinonimo di saggezza e di intelligenza.

La vostra realtà, come risponde alle esigenze degli albergatori italiani e con quale metodo?
Cerchiamo di essere continuamente attenti a ogni evoluzione e sempre propositivi con la modellistica e con l’utilizzo di nuovi materiali. Come marchio siamo agevolati dal fatto che serviamo, per il settore del bedding, 18 delle prime 20 catene alberghiere internazionali per dimensione e notorietà. Gli spunti, le indicazioni, le caratteristiche che ci trasmettono e forniscono loro per progettare i loro esclusivi sistemi per il dormire di catena massimizzano, sempre e in ogni momento, il livello di soddisfazione dell’ospite più evoluto ed esigente.

Se vuoi saperne di più su cosa ne pensano le importanti aziende partner che saranno presenti al workshop Hotel Design Lab, non perderti le prossime interviste! Scopri tutte le date del workshop e iscriviti gratuitamente.

Su Michela Manfroni

Laurea triennale in Economia dei Mercati e dei Sistemi Turistici e specializzazione tecnica superiore come Tecnico per la Promozione Turistica Specializzato in Strumenti Web e Social, è Social Media Manager in Teamwork. Reparto: back office creativo. :-)

Guarda anche qui

In morte della pensione completa

Ci prendiamo un breve periodo di pausa estiva e salutiamo (per il momento) tutti i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *