Home / Tutte / News/trends / Innovazione tecnologica e di servizio per hotel: intervista a Giovanni Borriello

Innovazione tecnologica e di servizio per hotel: intervista a Giovanni Borriello

La cosa importante sarà comprendere che in futuro non si dovranno più progettare hotel per clienti divisi in fasce d’età, ma per precisi stili di viaggio, a prescindere dall’età anagrafica. E gli stili di viaggio si stanno sempre più confondendo. In futuro si parlerà sempre più di ospitalità ibrida dove i confini tra hotel e altri tipi di offerta ricettiva saranno sempre più sfumati. Questa la riflessione sui trend alberghieri del futuro di Nicola Delvecchio, speaker a Hotel Design Lab e consulente formatore Teamwork .

Un’altra delle aziende partner di Hotel Design Lab è HPoint, azienda specializzata nell’erogazione di servizi in outsourcing per hotel: dai servizi di pulizia alle soluzioni gestionali software, dalla sanificazione al noleggio materassi, dal facility management al luxury teaching…

Oggi intervistiamo Giovanni Borriello, Presidente di HPoint: dirige, coordina e amministra reparti, pianificandone le loro attività e le attività aziendali, dal commerciale al bilancio. Gestisce progetti di start up dal progetto al problem solving. Caratterizzano la sua figura: visione globale, sensibilità al business, organizzazione e pianificazione, autonomia decisionale, forte determinazione, spirito di iniziativa, ottime doti di leadership e di gestione dei collaboratori.

Ciao Giovanni, HPoint si concentra molto su segmenti di lusso, quindi ci piacerebbe sapere quali sono  a tuo avviso  gli errori che più spesso vengono commessi nel design alberghiero in Italia.
Uno degli errori che spesso vedo commettere è la mancanza di coraggio nel proporre concetti ultramoderni, e di conseguenza metterli in pratica.

Quindi, quali trend dovranno seguire gli hotel per essere al passo con i tempi e non restare indietro?
Il giudizio diventa sempre di più discriminante per il posizionamento di un hotel. La regola aurea deve rimanere sempre la consapevolezza di fare le cose migliorandosi a poco a poco, solo questo può essere sinonimo di risposta al tempo che passa.

La vostra realtà come risponde alle esigenze degli albergatori italiani e con che metodo?
Il nostro core business per fortuna fluttua in modo diverso rispetto al giudizio estetico. Il nostro partner alberghiero riceve da noi forte sostegno con l’innovazione tecnologica e di servizio. Un esempio può essere l’immissione di servizi come il noleggio dei materassi o altri beni che definiscono fortemente il giudizio dell’hotel. In poche parole, diamo valore alla dinamicità dell’hotel.

Per conoscere tutti i dettagli del workshop dedicato al design alberghiero, visita il sito www.hoteldesignlab.com e scopri le prossime tappe. L’iscrizione è gratuita!

Su Michela Manfroni

Laurea triennale in Economia dei Mercati e dei Sistemi Turistici e specializzazione tecnica superiore come Tecnico per la Promozione Turistica Specializzato in Strumenti Web e Social, è Social Media Manager in Teamwork. Reparto: back office creativo. :-)

Guarda anche qui

Dove sta andando il futuro dell’ospitalità? La risposta ai cambiamenti nel settore alberghiero è NEXT

Il mondo del turismo è in continuo cambiamento. La travolgente e recente innovazione ha sfondato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *