De-alberghizzare il ristorante dell’hotel: il progetto “Fuoco e Vino”

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

Un ristorante d’albergo datato e un forno a legna. Un mix perfetto per far scoccare la scintilla di un nuovo progetto: ‘Fuoco e Vino – Brasa con Cucina’.

Siamo a Paderno Dugnano, in provincia di Milano, e dopo 15 anni di attività, il ristorante dell’hotel Mirage non lavora più come dovrebbe. Così, ecco scendere in campo Emiliano Citi, consulente e formatore della Teamwork di Rimini che, vista la situazione, non ha avuto dubbi: de-alberghizzare.

Ma cosa vuol dire nel concreto ‘de-alberghizzare’ un ristorante?
Vuol dire creare un’identità forte che esuli dal lavoro dell’albergo e della mentalità alberghiera. Non solo. Vuol dire creare un format che vive di vita propria, senza pensare ai clienti dell’albergo, ma che pensi solo a essere un ristorante”. Partendo da questa visione ha rivoluzionato un ristorante d’albergo senza più molte chance e con diverse difficoltà economiche. Troppe cose non funzionavano: un menù banale, grandi sale antiquate utilizzate nel fine settimana solo per cerimonie o altro, nessun tipo di innovazione. “Tutto sbagliato – spiega Citi – dalle luci alle tovaglie, alla televisione accesa all’ora di cena”. Dopo 15 anni, ecco la novità: de-alberghizzare, aprire il ristorante agli esterni.

Sì, ma come?
Guardandomi intorno, all’interno del ristorante, ho visto che c’era un forno a legna nascosto, non utilizzato. E da lì che è nata l’intuizione legata al fuoco, per creare una location vicina al mondo della carne e del vino. Nasce così il nome ‘Fuoco e Vino’. Dopo tre mesi di un primo test “in cui abbiamo proposto il nuovo menù a base di carne cotta al fuoco con legno di faggio e pane fatto in casa, ci siamo subito accorti che la risposta era già cambiata, migliorata”.

Da qui il secondo asso nella manica: un nuovo concept legato agli arredi. Non solo un logo, un menù alternativo, ma anche un restyling interno non da poco. Lasciando il vecchio pavimento (punto di partenza per realizzare tutto il resto) è stato ricreato un ambiente caldo e accogliente, dando grande spazio al legno e al suo primo protagonista, il fuoco, con griglieria a vista. Proprio dal fuoco è nato il menù, tutto a base di carne grigliata. “Non solo, – aggiunge Citi – sul menù abbiamo fatto un lavoro sia dal punto di vista grafico che del prezzo dinamico, che in gergo si chiama ‘Menu Engineering’, ottimizzando al massimo i profitti del ristorante. Senza largo ai compromessi sulla qualità: vini del posto, focacce e pane con lievito madre, olio extra vergine d’oliva italiano.

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

Il 23 marzo, dopo un mese di rodaggio con i clienti dell’albergo, abbiamo inaugurato, aprendo il ristorante agli esterni. – racconta Emiliano –  Ci siamo inventati diverse offerte per il fine settimana, per la famiglia, o del tipo “ Friends & Friday … uno su quattro non paga”, il tutto per portare più clientela possibile”. E in poco tempo il cambio di marcia c’è stato: con un ricavo medio di 35 euro a persona, i nuovi avventori si sono fatti avanti tanto che ad oggi sono state già raccolte 70 recensioni, tutte con punteggio massimo”.

C’è ancora lavoro da fare– conclude Emiliano – ma è chiaro che grazie a questo nuovo format sono tutti più invogliati a entrare. Gli stessi clienti dell’albergo che prima non pensavano di rimanerci, oggi scelgono una serata in questa ristorante”.

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

blog-turismo-hospitality-news-teamwork-rimini-consulenza-alberghiera-hotel-marketing-revenue-web-social-formazione-corsi-ristorante

Per saperne di più www.fuocoevino.it

Se vuoi ricevere, invece, una consulenza di questo tipo visita il sito www.teamwork-rimini.com

Su teamworkstaff

Avatar
Dal 1998 scriviamo tanto e su molti argomenti legati all’ospitalità: parliamo di revenue management, controllo di gestione, pricing, ma anche gestione della propria reputazione, comunicazione scritta, selezione del personale.

Guarda anche qui

Lusso, tecnologia e personalizzazione: l’esperienza del Salviatino di Firenze

Dalla collina di Fiesole domina il capoluogo toscano. Il suo stile elegante e, allo stesso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *